Il Ministro Dario Franceschini presenta verybello.it – Portale a tutti gli eventi culturali in tutta Italia per Expo2015Milano

Resoconto dell’incontro al Consolato di New York – 26 Febbraio 2015

Contestualmente al giro di presentazioni organizzate dalle Istituzioni Italiane presenti negli Stati Uniti per promuovere Expo2015Milano, il 26 Febbraio l’On. Dario Franceschini, Ministro per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, ha presenziato a un evento presso il Consolato Generale di New York.

Dopo una esaustiva introduzione da parte di Piero Galli (Event & Entertainment General Director di Expo2015Milano) che ha illustrato la programmazione degli eventi della fiera internazionale in quest’occasione dedicata al cibo, secondo le molteplici declinazioni del cibo come nutrimento ed energia del pianeta, il Ministro Franceschini ha illustrato le numerose iniziative culturali in programma su tutto il territorio italiano che il Ministero ha realizzato con la collaborazione di Expo e di molti altri partner pubblici e privati. Tutte le informazioni relative agli eventi culturali possono essere trovate a questo link: verybello.it

IMG_4701

Il programma di eventi curato dal Ministero ha come principio fondante la specificità del patrimonio italiano inteso nella sua grande poliedricità culturale e nella sua natura di grande differenziazione geografica. Dal sito web verybello.it è possibile consultare eventi culturali in programma durante i mesi di apertura di Expo2015Milano in tutte le 20 regioni italiane e in tutti gli ottomila comuni italiani. Il programma di eventi raccolto dal Ministero mappa quindi la specificità della produzione culturale italiana mostrando come essa sia diffusa capillarmente nel territorio e non concentrata in poche e singole grandi città. Ogni luogo d’Italia sarà quindi messo nella condizione di offrire uno o più eventi culturali adatti al turismo internazionale che transiterà in Italia in occasione dell’Expo.

Il viaggiatore che verrà a Milano per visitare i padiglioni di Expo2015Milano non solo quindi troverà una grande offerta in seno alla grande fiera mondiale, ma potrà prolungare il suo viaggio in Italia grazie anche alle molteplici offerte disponibili su tutto il territorio nazionale, sia nei grandi centri dell’arte Italiana, sia nelle migliaia di altre realtà culturali del paese ancora poco conosciute e scarsamente frequentate dal turismo internazionale.

L’operazione di raccolta, gestione e presentazione di tutte queste iniziative è di assoluta rilevanza per ridare vitalità al comparto del turismo in Italia, che pur essendo uno dei più importanti contribuenti al PIL del Paese, ancora soffre di scarsa organizzazione e della carenza di strategie nazionali comuni. Questa operazione del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo centra quindi un risultato importante: riesce a comunicare in modo unitario la pluralità del Paese, lasciando visibilità e riconoscibilità alle specificità regionali e provinciali che rendo così ricca e unica la vita culturale italiana.

IMG_4704

Il Ministro Franceschini ha sottolineato come l’Italia sia il paese dei quattromila e più musei, dei mille borghi medievali, di centinaia di siti archeologici, delle cento città d’arte, delle innumerevoli bellezze ambientali e paesaggistiche, una ricchezza infinita, un tesoro inestimabile in gran parte ancora poco conosciuti a livello internazionale. Per questo oltre ad aver promosso le grandi mostre organizzate a Milano e nelle città limitrofe dal Ministero insieme alla Regione Lombardia e al Comune di Milano, il Ministero ha raccolto oltre 1300 eventi in una piattaforma, ancora oggi aperta a contributi, eventi che organizzati per regioni e categorie di interesse potranno essere individuati nel calendario di verybello.it dai turisti che transiteranno in Italia in relazione ai luoghi e ai giorni della loro permanenza.

Per dare qualche numero: nei sei mesi di Expo2015Milano è possibile accedere a informazioni relative a più di 290 mostre d’arte, 205 eventi musicali e concerti, 90 serate d’opera, 124 spettacoli di prosa teatrale, 65 eventi di danza, 23 itinerari turistici che attraversano i luoghi meno conosciuti del nostro Paese, 95 festival, 79 eventi di cinema, 63 feste tradizionali, 75 eventi di jazz, 39 festival letterari.

Durante la presentazione a New York, il Ministro Franceschini ha sottolineato che “non c’è paese al mondo che possa offrire una così alta offerta culturale e turistica diffusa su tutto il territorio nazionale. Io penso che questa sia la grande forza italiana e penso che l’Expo sarà per molti visitatori stranieri una grande occasione per scoprire l’Italia, e per gli Italiani, un’opportunità per riuscire a vedere l’Italia con gli occhi ammirati con cui la vedono i viaggiatori che la visitano da tutto il mondo”.

Expo2015Milano con il suo ricco programma di eventi, è quindi un grande progetto per l’Italia per tornare a puntare su se stessa, ma anche per tornare a valorizzare il grande patrimonio di talenti, di creatività e di fantasia che ancora oggi contraddistinguono l’Italia nel mondo. Il Ministro Franceschini ha infatti ricordato che il Paese deve sempre di più investire nella tutela del suo patrimonio, ma allo stesso tempo deve cominciare a dedicare maggiore attenzione alla valorizzazione del contemporaneo insieme alla promozione di quello straordinario numero di talenti italiani che lavorano nella cultura in Italia e nel mondo e che devono sempre di più essere una grande risorsa su cui contare e su cui investire.

Tutelare il passato, valorizzare il presente e investire sul contemporaneo, insieme alla valorizzazione della diversità culturale, sono quindi i principi guida di questa grande operazione di coordinamento e comunicazione incarnata dalla iniziativa ministeriale del portale verybello.it, iniziativa che in fondo mira a investire in cultura, risorsa che, come sancito dall’articolo 9 della Costituzione Italiana, deve essere promossa e sviluppata dalla Repubblica operando da un lato per la tutela dei nostri beni culturali, e dall’altro per la promozione di nuovi e più significativi benefici economici che possano interessare, attraverso la produzione culturale, tutto il territorio nazionale. L’auspicio di chi scrive è che questa bella esperienza possa generare iniziative analoghe che durino oltre i limiti temporali di Expo2015Milano.

Andrea Mattiello – PD New York

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s